venerdì 26 febbraio 2010

45 minuti



45 minuti. Solo 45 minuti. L'altro giorno è stata una di quelle giornate nelle quali la corsa regna da sovrana assoluta. Nulla di che, ma momenti che fanno sentire la mancanza di una vita con ritmi più calmi... E così, sveglia presto, riordino casa, lavoro, nemmeno il tempo per mangiare qualcosa e poi in studio. Altre 4 ore serrate di lavoro, poi la spesa, andare a prendere il cane per farlo rientrare ad un'ora decente, preparargli la pappa, apparechhiare la tavola, mangiare di corsa un po' di zuppa e... ecco: 45 minuti di pace. Ho spento le luci, fuori solo il buio. Ho acceso le candele, mi sono sdraiata sul divano abbracciata al mio enorme cagnone caldo e morbido. E per 45 minuti solo il silenzio... dopo si sarebbe ricominciato a ballare, per preparare la cena al mio caro consorte che sarebbe rientrato tardi... ma quei 45 minuti sono stati il mio eden, la mia calma, la mia ricarica, la mia quiete... In estate non li avrei avuti. Con l'inverno tutto si acquieta...


2 commenti:

Donatella ha detto...

non ricordo il tempo...di vivere 45 minuti così

la Dama del Bosco ha detto...

non so da quanto non avevo anche io un po' di tempo ... mi è successo ieri pomeriggio, ma non ero sola, comunque bene lo stesso... splendido post, lo sento molto mio ^^ ....